capstudio-2

 

ORARI:​

Lunedì          8:30 - 13:00    15:00 - 19:30

Martedì          8:30 - 13:00    15:00 - 19:30

 

Mercoledì   orario continuato 9:00 - 17:30

 

 Giovedì          8:30 - 13:00    15:00 - 19:30

Venerdi          8:30 - 13:00    15:00 - 19:30

 

Sabato e Domenica chiusi

DOVE SIAMO:

 

Via Tal dei Tali, 45

Vittoria 97019 (RG)

 

 

 

N. ISCRIZIONE

 

E0005**251

CONTATTACI:

 

355 23***99 

 

info@capstudio.it

 

*****@pec.it

Consulenze    Assicurative   Professionali


whatsapp

Cosa fare in caso di incidente?

2020-11-08 13:50

Nunzio

Cosa fare in caso di incidente?

Sei stato coinvolto in un sinistro stradale?

1) Denuncia di sinistro

 

La prima cosa da fare, dopo aver verificato che non ci siano feriti per i quali si deve chiamare i soccorsi e i vigili (soprattutto se non c’è certezza della colpa), è quella di denunciare il sinistro alla propria compagnia tempestivamente e comunque entro 3 giorni. Come? Compilando e inviando la constatazione amichevole (Modello CAI/CID): è possibile farlo anche senza modulo blu, che rimane però il metodo più semplice.

 

2) Chiedere il risarcimento:

 

- Indennizzo diretto

Con la procedura di indennizzo diretto, colui che è stato danneggiato e ha ragione in tutto o in parte, farà richiesta di risarcimento danni per incidente stradale direttamente alla propria compagnia assicurativa che si rifarà su quella del conducente del veicolo che ha provocato l’incidente. 

Attenzione però: requisito obbligatorio è che lo scontro sia avvenuto tra due veicoli immatricolati e assicurati in Italia oltre al fatto che i conducenti non devono aver riportato lesioni fisiche gravi, cioè sopra i 9 punti di invalidità. Inoltre, le compagnie coinvolte devono aderire alla convezione C.A.R.D.: le compagnie italiane ammesse ad operare nella RC Auto aderiscono tutte alla C.A.R.D. ma non lo fanno tutte le imprese estere. A questo proposito, sul sito dell’IVASS è presente l’elenco delle compagnie estere ammesse ad operare nella RC Auto ed è specificato se l’impresa aderisce o meno alla convenzione C.A.R.D.

 

- Procedura ordinaria

Negli altri casi bisogna seguire la procedura ordinaria, quindi chiedere il risarcimento alla compagnia del responsabile del sinistro. La procedura viene applicata quando lo scontro ha coinvolto più di due veicoli o si sono riportati danno fisici gravi. 

I terzi trasportati invece chiedono i danni sempre alla compagnia che assicura il veicolo su cui viaggiavano al momento del sinistro. 

 

3) Attenzione ai testimoni

 

In caso di sinistri con soli danni a cose bisogna indicare il nome di eventuali testimoni presenti sul luogo dell’incidente nella denuncia di sinistro o al primo atto formale verso la compagnia. Se i testimoni non vengono indicati subito, la compagnia è tenuta a richiederli con una raccomandata a/r entro 60 giorni dalla denuncia, in modo da permettere all'assicurato di fornire le informazioni mancanti. Se venissero indicati successivamente potrebbe infatti comportare l’inammissibilità della prova testimoniale addotta.

 

4) Tempi e modalità di risarcimento

 

Dipendono da diversi fattori. Per calcolare il risarcimento dei danni dopo un incidente stradale, bisogna distinguere tra:

Danni provocati al mezzo

Danni provocati alla persona

La compagnia di assicurazione ha tempo 30 giorni per poter mandare un’offerta di risarcimento per i danni provocati al mezzo e agli oggetti trasportati. La condizione è che entrambi i conducenti che sono stati coinvolti nell’incidente abbiano firmato il Modulo blu. In caso contrario, ossia se il Modulo blu non è stato firmato dalla controparte, i giorni per formulare un’offerta diventano 60.

In caso siano stati riportati danni fisici alla persona, il tempo per fare l'offerta di risarcimento sale invece a 90 giorni.

 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder